Portale:Bahai

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.
Portale delle ReligioniIndiceProgetti
Bahaistar.jpg
Portale Bahai1.png
rigt
PAGINA PRINCIPALE   INDICE  
International-Teaching-Centre.jpg
La Fede bahá'í, (بهائي) è una religione monoteistica i cui membri seguono gli insegnamenti di Bahá'u'lláh (1817-1892), il loro fondatore. Conta circa 7 milioni di fedeli in oltre duecento nazioni e territori di tutto il mondo. La Fede bahai spiega il rapporto dell'uomo nel suo storico e dinamico legame con Dio attraverso il concetto di relatività e progressività della Religione; riconciliando così la Storia con ogni monoteismo e anche con le ere precedenti Abramo. Questa religione nasce in seno al Babismo, Dispensazione a sua volta nata in seno all'Islam sciita. È sorta in Persia (attuale Iran) nel XIX secolo e il suo precursore è il Báb, mentre il fondatore della Fede bahá'í è stato Bahá'u'lláh (1817-1892), nobile persiano che per quarant'anni soffrì prigionia ed esilio, considerato dai bahai l'ultimo in ordine di tempo (ma non definitivo) profeta che è il titolo riservato dai bahá'í a personaggi come Adamo, Abramo, Mosè, Zoroastro, Krishna, Buddha, Gesù, Maometto Báb e cioè manifestazioni divine e cioè esseri speciali dotati di corporeità umana ma la cui anima è manifestazione del Logos da non confondersi, però, con Dio altissimo vero e proprio che non condivide la Sua sostanza infinitamente più alta con le manifestazioni del Logos;
Shrine-of-Bahaullah.jpg

Bahaullah


Bahaullah (in arabo بهاء الله, Bahá'u'lláh; letteralmente "gloria di Dio"), al secolo Mirza Husayn Alí (in lingua persiana میرزا حسینعلی, Mírzá Ḥusayn-`Alí), è il fondatore della religione bahá'í. Fede che si pone come l'ultima di una lunga serie di rivelazioni divine manifestate nel corso dei secoli attraverso gli insegnamenti di Krishna, Abramo, Zoroastro, Mosè, Buddha, Gesù, Maometto


Centerforstudyoftexts.JPG
L'Aqidas o Kitab-i-Aqdas (in lingua persiana كتاب اقدس, Kitáb-i-Aqdas) è un libro centrale per la religione Bahai. Venne scritto in arabo da Bahaullah, ma è meglio conosciuto con il suo nome persiano. Secondo alcune fonti venne completato nel 1873, tuttavia alcune evidenze testimoniano che venne scritto prima.
Image-New Delhi Lotus.jpg
Bahai nel mondo

La Religione Bahai conta circa 7 milioni di fedeli sparsi in oltre duecento paesi e territori del mondo.

Bahaiarchivesbuilding.JPG
Bahá'í Arc IMG 0900.JPG
La teologia bahai è incentrata sulla fede in un puro monoteismo in cui Dio è considerato come il creatore di tutte le cose e come: "il più palese di quanti sono palesi e il più celato di quanti sono celati", poiché tutte le meraviglie della creazione ci parlano del creatore ma allo stesso tempo è assolutamente impossibile per un essere limitato come l'uomo anche lontanamente immaginare un Essere "infinitamente eccelso" Creatore di tutte le cose di una creazione infinita. Dai bahai, Dio è considerato come personale, indescrivibile, onnisciente, onnipresente ed eterno. I baha'i credono inoltre che la volontà divina si sia manifestata nel corso della storia attraverso una serie di Manifestazioni di Dio o educatori divini. La teologia bahai è infatti basata sull'idea della rivelazione progressiva: tutte le religioni rivelate sono state fondate da Messaggeri di Dio, e ciascuno di Loro ha insegnato conformemente al luogo e al tempo della sua comparsa, in relazione alle capacità umane dell'epoca. Se non fosse stato per le limitazioni umane, ciascun Messaggero di Dio avrebbe potuto esprimere la volontà divina in modo totale; perciò per i baha'i tutti i Messaggeri divini "sono assisi sullo stesso trono di gloria e dimorano nello stesso cielo" La religione baha'i è considerata la tappa più recente della rivelazione divina — e quindi più adatta alla modernità —, ma lo stesso Bahaullah, specifica nelle sue scritture che le religioni sono tutte valide e vanno tutte rispettate, in quanto denigrandone anche una sola si denigrerebbe l'operato di Dio.
Seat of the Universal House of Justice.JPG
La Casa Universale di Giustizia è il supremo organo amministrativo della religione bahai. È gestita da nove mebri, le cui elezioni hanno luogo ogni cinque anni. Il collegio elettorale è costituito dai membri delle Assemblee spirituali nazionali e regionali sparse in tutto il mondo. La Casa Universale è anche un'istituzione giurisdizionale, incaricata della gestione e dell'applicazione delle leggi bahai. La sede della Casa di Giustizia si trova sul Monte Carmelo in Haifa, Israele, e la sua costruzione era stata programmata nel sistema istituzionale contenuto negli scritti del Bahaullah. L'edificio venne costruito nel 1963 dopo la Crociata decennale iniziata da Shoghi Effendi. Le pubblicazioni della Casa sono considerate cogenti da parte dei bahai, e le leggi emanate dotate del crisma del'infallibilità.
House-Abdullah-Pasha-Courtyard.jpg
L'Iqan o, estesamente, Kitab-i-Iqan (in persiano كتاب ايقان, Kitáb-i-Íqán) è uno dei tanti testi religiosi della fede Bahai, e in particolare quello trattante la teologia. Il libro fu composto nel 1861, da Bahaullah mentre si trovava in esilio a Baghdad, in parte scrivendo in arabo e in parte in persiano. Fu uno dei primi testi bahai ad essere tradotti in lingua inglese, nel 1904. Una seconda versione fu tradotta da Shoghi Effendi nel 1931.
First page of the Javáhiru’l-Asrár - Project Gutenberg eText 16939.png
L'ortografia bahai è il sistema ortografico standardizzato utilizzato per rendere il persiano e l'arabo nelle lingue occidentali. I bahai usano un sistema specifico delineato da Shoghi Effendi, in una lettera del 12 marzo 1923. Il sistema di traslitterazione bahai è basato su quello standard, adottato nel 1894. Shoghi Effendi cambiò alcuni dettagli, in particolare quelli riguardanti l'uso dei digrammi. Per esprimere i concetti con maggiore fluidità è comune riportare i termini più utilizzati o in fase di inculturazione (ad esempio Bahai, Bab o Bahaullah) con grafia semplificata.
Bahai-tempel.jpg
La stella a nove punte è il più comune simbolo utilizzato come emblema della religione Bahai. Il significato del numero nove è simbolico, e questo simbolismo è dato da differenti interpretazioni. Uno dei linguaggi utilizzati per la scrittura dei testi bahai, l'arabo, è caratterizzato da un alfabeto che può essere utilizzato per rappresentare i numeri, dando quindi alle parole anche un senso numerico. Il numero corrispondente alla parola Bahá’ è il nove. Parallelamente, un altro simbolo comune è il nome di Dio maggiormente utilizzato dai bahai, ovvero Ya Bahául Abha (يا بهاء الأبهى, Yá Bahá'ul 'Abhá), che è traducibile come "gloria del più glorioso".
Bahá'í Shrine of the Bab in Haifa, Israel.jpg
Organizzazioni Bahai

I Bahai hanno creato una comunità mondiale molto variegata dal punto di vista etnico e sociale, suddivisa a livello locale in consigli locali, nazionali e internazionali, facenti, tutti, capo al Centro Mondiale Bahai, e più specificatamente alla Casa Universale di Giustizia, situata a Haifa in Israele.

UpperTerrace1Eagles.jpg
Voci Bahai

Wikipedia in lingua italiana contiene numerose voci correlate alla Fede Bahai, che ne illustrano gli aspetti, le caratteristiche e le finalità.

Portale delle ReligioniIndiceProgetti