Prima Gran Loggia d'Inghilterra

Da Esopedia, l'Enciclopedia dell'[[Ordine Martinista Antico e Tradizionale|O.M.A.T.]] per gli Iniziati.

La prima Gran Loggia della Massoneria moderna fu fondata il 24 giugno 1717 a Londra, riunendo tre logge londinesi e una di Westminster. Fu denominata informalmente Premier Grand Lodge o anche Grand Lodge of London. Solo in seguito assunse la denominazione di Grand Lodge of England quando le logge sotto la sua giurisdizione si estesero in tutta l'Inghilterra. Già nel 1725 la Gran Loggia si era ormai estesa ben oltre la città di Londra.e si trovano nelle minute della Gran Loggia l'adesione di molte altre logge in Bath, Bristol, Norwich, Chichester, Chester, Reading, Gosport, Carmarthen, Salford, e Warwick, e un'embrionale Provincial Grand Lodges in Cheshire e nel South Wales. Essa rimase attiva sino al 1813, quando venne unita con l'Antica Gran Loggia d'Inghilterra assumendo la denominazione di Gran Loggia Unita d'Inghilterra (United Grand Lodge of England - UGLE). Tra i suoi principi aveva gli ideali che poi furono più compiutamente espressi con le teorie illuministiche della libertà e della fratellanza.

Storia

Nel 1686 le logge massoniche, trasformandosi da operative a speculative, aprirono i portali della conoscenza iniziatica anche ai non appartenenti alla professione muratoria.

Ufficialmente, la Gran Loggia venne fondata dopo che Giorgio I, primo re inglese della casa di Hannover, ascese al trono di Londra il 1º agosto 1714 e dopo il termine della prima rivolta giacobita del 1715.[1] il giorno di San Giovanni Battista, 24 giugno 1717 a Londra, dove si riunirono le quattro logge massoniche di Londra, nella locanda "All'Oca e alla Graticola", nei pressi del sagrato della cattedrale di St. Paul. Alla riunione di fondazione parteciparono tre logge londinesi e una del Westminster, The Goose and Gridiron, The Crown, The Apple Tree e The Rummer and Grapes. I nomi di tali logge venivano dai locali presso i quali ciascuna si riunivano. La Goose and Gridiron nella Ale-house in St. Paul's Church-yard (Loggia ora denominata Lodge of Antiquity No. 2); la Crown nella Ale-house in Parker's Lane off Drury Lane; la Apple-Tree nella Tavern in Charles Street, Covent Garden (Loggia ora denominata Lodge of Fortitude and Old Cumberland No. 12); infine la Rummer and Grapes nellaTavern in Channel Row, Westminster (Loggia ora denominata Royal Somerset House and Inverness Lodge No. IV). La Funzione della Gran Loggia era quella di organizzare in modo centralizzato le varie logge.

Durante i suoi primi anni di esistenza, la Gran Loggia non aveva ancora il nome di "Gran Loggia d'Inghilterra", limitando la propria giurisdizione alle sole aree di Londra e Westminster.

Costituzione

Fu George Payne in qualità di Gran Maestro della Gran Loggia nel suo secondo incarico, che aveva scritto nel 1720 il Regolamento Generale dei Framassoni, a dare mandato al Reverendo Dottor James Anderson (1680-1739) di redigere un più completo regolamento di Gran Loggia, dal titolo Costituzioni dei Liberi Muratori, comprensivo di una storia della Massoneria e di canzoni massoniche per le cerimonie di Loggia e Gran Loggia. Le Costituzioni vennero stampato nel 1722/3[2]. In tal modo la Gran Loggia prese vigore appieno, costituendosi una storia che declamava gli antichi valori della massoneria. Una rinnovata versione delle costituzioni della Loggia venne pubblicata nel 1738 sempre da Anderson.

Gran Maestri

Note

  1. The foundation of the first Grand Lodge in context
  2. 1721 - General Regulations of a Free Mason

Collegamenti esterni